Un duro lavoro nel cuore delle Alpi

I riduttori industriali NORD supportano la realizzazione di un progetto imponente.

Nelle Alpi Svizzere - a circa 1700 m di altitudine e a 600 m di profondità nella roccia, si sta realizzando il cuore di un progetto imponente: la nuova stazione di pompaggio sotterranea che permetterà di incrementare la potenza generata dalla centrale idroelettrica da 480 MW a 1480 MW. Con una pendenza di 45° e un dislivello di 180 m, i convogliatori a nastro trasportano ininterrottamente 500t all'ora di materiale estratto ad una stazione intermedia. Questi convogliatori sono azionati dai riduttori industriali Nord.

Il cliente in sintesi

Il progetto "Linthal 2015" consiste nello scavo per la realizzazione della stazione di pompaggio sotterranea dell'impianto di condotte forzate a servizio di una grande centrale idroelettrica. Per aumentare il volume di stoccaggio del bacino a monte, dagli attuali 9 milioni di m³ a 25 milioni di m³, si è resa necessaria la costruzione di una nuova diga a gravità; a questo, seguirà un ampliamento del bacino di compensazione esistente. I lavori sotterranei di questo imponente progetto idroelettrico nelle Alpi Svizzere hanno luogo a quote differenti. Il bacino di compensazione è posto a ca. 800 m s.l.m. mentre 1.000 m più a monte si trova il bacino idrico di Limmernboden, che ha una capacità di 92 milioni di m³.

A ca. 1.700 m s.l.m. e a 600 m di profondità nella roccia si sta realizzando un progetto imponente: la stazione sotterranea per il controllo dei quattro gruppi di pompaggio della nuova centrale di Limmern, con una capacità di 1.000 MW. La stazione è composta dalla sala macchine, 150 m di lunghezza 30 m di larghezza con un’altezza massima di 53 m, e una sala trasformatori separata, con 130 m di lunghezza, 20 m di larghezza m ed un altezza di 25 m. La centrale collega i due bacini attraverso una condotta forzata, due condotte a pressione parallele e tunnel di servizio sotterranei.

ISM - Bulk Solids Handling

Specifiche del progetto

Nell'ambito del progetto di espansione “Linthal 2015”, una nuova stazione di pompaggio sotterranea pomperà l'acqua del bacino di Limmernboden, situato a quota 1.860 m sul livello del mare, nel lago Muttsee, 600 metri più a monte, per alimentare le turbine e generare energia idroelettrica. Il progetto è stato realizzato da Kraftwerke Linth-Limmern AG.

A differenza delle centrali idroelettriche ad accumulo puro, che hanno un solo bacino a monte, le centrali idroelettriche di stoccaggio a pompaggio, dispongono anche di uno a valle. Per generare potenza, l'acqua giunge dal bacino a monte alle turbine, tramite le condotte forzate , azionando l’alternatore. L'energia così prodotta viene immessa nella rete elettrica. L’acqua di scarico della turbina si accumula nel bacino a valle. Se viene prodotta energia elettrica in eccesso, l’acqua può essere pompata dal bacio di stoccaggio a valle a quello a monte, dove può utilizzata all'occorrenza per generare elettricità. Le centrali idroelettriche di stoccaggio a pompaggio possono immagazzinare energia sotto forma di accumulo idrico nel bacino di stoccaggio a valle.Lo stoccaggio a pompaggio è un metodo collaudato per compensare domanda e l'offerta in una rete elettrica, in modo semplice ed economico.

ISM - Bulk Solids Handling

Soluzione tecnica

I lavori di scavo per le due sale macchine sono stati completati. Lo scavo nella roccia è stato effettuato in servizio continuo, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, su 3 turni di lavoro. Gli spazi sono stati ricavati scavando in direzione verticale, verso valle. Ogni giorno, circa 800 m³ di roccia sono stati asportati dalla montagna, con un totale di 2.445.000 m³ per realizzare le due sale. I riduttori industriali di NORD sono stati utilizzati nel sistema di trasporto, localizzato nella parte centrale del cantiere “Linthal 2015”. Due “nastri convogliatori a S” trasportano 500 t di materiale all’ora ad una distanza di circa 260 metri con un’inclinazione di 45° e un dislivello di circa 180 m. Il materiale di demolizione è convogliato ad un impianto di frantumazione a valle, da un nastro azionato da un riduttore industriale NORD; un generatore, collegato al riduttore, consente di controllare il grado di frenatura e produrre energia elettrica. Nel secondo trasportatore a nastro, il materiale frantumato viene convolgiato all’impianto di ghiaiatura, dove è conservato temporaneamente per poi essere trasformato in aggregato da costruzione o cemento.

Fornitore unico di questi azionamenti è stata Getriebebau NORD AG, Svizzera, membro del gruppo NORD DRIVESYSTEMS. L'orientamento al cliente e la vicinanza sono elementi fondamentali per gli specialisti di Arnegg, presso St. Gallo. Guido Eigenmann, direttore generale di Getriebebau NORD AG, Svizzera spiega: “Offrendo un pacchetto di servizi completo, vendiamo soluzioni per il cliente, non solo prodotti. Oltre alla messa in servizio, offriamo formazione ai manutentori, in modo che il cliente possa intervenire in modo autonomo. Per noi è particolarmente importante offrire sistemi completi ad alta efficienza e con rapido ritorno dell'investimento. Gli utilizzatori non richiedono solo riduttori, ma sistemi completi e perfettamente funzionanti. Per questo adattiamo le nostre soluzioni tecniche alle esigenze di ogni singolo cliente”.

Il responsabile della società di costruzione dell'impianto è molto soddisfatto dei prodotti e dei servizi NORD: “L'ottima cooperazione con Getriebebau NORD Svizzera è stata un'esperienza molto positiva per me. Tutte le nostre esigenze sono state soddisfatte. Straordinaria è anche l'elevata velocità di fornitura. Solo 10 settimane sono trascorse tra l'ordine e la consegna. Con altri fornitori, le tempistiche avrebbero richiesto dai quattro ai cinque mesi. Complessivamente siamo molto soddisfatti – un ottimo rapporto qualità-prezzo, consulenza e supporto eccellenti, fornitura puntuale e, ultimo ma non meno importante, i prodotti NORD garantiscono elevate prestazioni ed elevata qualità”.

Potete trovare ulteriori informazioni qui: