PERCHÈ TUNISI NON RIMANGA A SECCO

ROBUSTI AZIONAMENTI PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE

Nelle centrali idriche e negli impianti di depurazione le pompe devono spesso movimentare grossi quantitativi di liquidi. Per un funzionamento senza intoppi sono pertanto essenziali azionamenti dalle prestazioni elevate e appositamente progettati, dal momento che nell'esecuzione delle loro funzioni sono esposti a condizioni ambientali estreme.

Flachgetriebemotor mit synthetischem Langzeitschmierstoff in einer Abwasseraufbereitungsanlage

IMPIANTO DI TRATTAMENTO DELLE ACQUA REFLUE A TUNISI

L'impianto di trattamento delle acque reflue di Tunisi

Oltre alle condizioni climatiche altri fattori rivestono un ruolo fondamentale nella scelta del fornitore della tecnica di azionamento: il presente articolo spiega come convenga esaminare il costo totale di gestione e come i falsi risparmi possano generare inutili sprechi di tempo e di risorse economiche.

L'impianto di trattamento delle acque reflue di Tunisi, gestito dall'azienda statale ONAS (Office National de l'Assainissement), è costituito da otto vasche in cui i miscelatori azionati da due motoriduttori di grandi dimensioni garantiscono una circolazione costante delle acque reflue per l'ossigenatura e la decomposizione batterica delle particelle di sporcizia. L'impianto eroga acqua di processo a circa 2,5 milioni di persone residenti a Tunisi e nella sua area metropolitana. La tecnica di azionamento qui installata ha quasi 30 anni e deve essere gradualmente sostituita. Il design robusto è un fattore essenziale per le nuove soluzioni di azionamento, dal momento che le unità installate all'aperto devono funzionare ininterrottamente pur essendo esposte a considerevoli escursioni termiche: in inverno la temperatura esterna può scendere al di sotto di -5 °C, mentre in estate si raggiungono i 45 °C. Fino ad ora queste condizioni hanno pregiudicato soprattutto la lubrificazione degli azionamenti installati in origine, la cui manutenzione risultava spesso problematica. L'obiettivo era pertanto l'implementazione di soluzioni di azionamento a manutenzione ridotta, in grado di sopportare senza problemi anche le condizioni ambientali estreme.

Evitare falsi risparmi

La tecnologia di azionamento originale dell'impianto di trattamento delle acque reflue di Tunisi era stata fornita da produttori dell'Europa meridionale e occidentale che tradizionalmente intrattengono rapporti commerciali con la Tunisia più stretti rispetto ai fornitori tedeschi. I fornitori originali hanno ormai messo fuori produzione i modelli dei gruppi installati, cosa che rende difficile il reperimento di parti di ricambio o prevede lunghi tempi di consegna. Questo fatto ha contribuito alla decisione di di rivolgersi a un nuovo fornitore e qui è entrata in gioco l'esperta di azionamenti NORD Drivesystems di Bargteheide nei pressi di Amburgo, che dal 2003 è presente con un ufficio commerciale in Tunisia e che aveva già realizzato con successo piccoli progetti. La tecnologia di azionamento NORD, leggermente più costosa dei prodotti comparabili della concorrenza, richiede una manutenzione sensibilmente inferiore, minimizzando così i costi di esercizio e ottimizzando la disponibilità dell'impianto: ONAS ha voluto approfittare di questi vantaggi. Nel 2009 NORD ha fornito due combinazioni di riduttori ad assi paralleli e motori Siemens, che da allora hanno dimostrato la loro efficienza in condizioni di funzionamento continuo. Attualmente sono in elaborazione altri due ordini per l'impianto ONAS di Tunisi.

Getriebemotor zu stetigen Umwälzung in einem Wasserwerk
Calore sotto controllo

Per la lubrificazione dei riduttori ad assi paralleli , NORD utilizza un lubrificante sintetico a lunga durata e di alta qualità, che sopporta un range di temperature ambiente più ampio rispetto all'olio minerale. Con quest'ultimo, infatti, il film di olio si rompe alle alte temperature, con conseguente maggior deterioramento. Ogni riduttore richiede 210 l di olio, che devono essere sostituiti dopo circa 20.000 ore di funzionamento. Altri produttori spesso indicano intervalli di manutenzione più brevi, cosa che si traduce in una notevole differenza di prezzo dell'ordine di 10-18 € al litro. In più un sistema di raffreddamento dell'olio aumenta la sicurezza di funzionamento nei riduttori NORD: un sensore di temperatura monitora costantemente la temperatura del lubrificante ed attiva il sistema di raffreddamento appena viene superato un limite configurabile. Nel caso applicativo descritto il limite è di 60 °C. L'olio riscaldato viene quindi pompato fuori, raffreddato da un refrigeratore dell'olio e reintrodotto nel riduttore . Quando la temperatura scende sotto i 40°C, il sistema di raffreddamento viene disattivato automaticamente..

Tecnologia di azionamento in dettaglio

Attualmente, nell'impianto di trattamento delle acque reflue sono installati due riduttori ad assi paralleli NORD della serie SK 12382VZ con una potenza di 132 kW, che sono combinati con motori Siemens tramite adattatori IEC. I riduttori ad assi paralleli NORD sono disponibili nelle versioni base a due o tre stadi con alberi cavi o pieni, nelle versioni per installazione con piedini, montati su flangia o su albero - tutte con la stessa carcassa. Adatti per installazione in spazi limitati, possono essere combinati con molti elementi del sistema modulare NORD. Per tutti i tipi, sono disponibili a richiesta modelli ATEX e modelli con protezione IP55 o IP66. Tutti i riduttori sono prodotti secondo il concetto UNICASE, sviluppato originariamente da NORD nel 1981, che permette le massime prestazioni per piccole dimensioni del riduttore ed assicura sicurezza di funzionamento, elevata efficienza, elevate coppie d'uscita, elevata resistenza ai carichi assiali e radiali, bassa rumorosità, bassa manutenzione e lunga durata.